mercoledì 29 dicembre 2010

Cosa lascio e cosa porto nell' anno 2011

Mancano solo due giorni al grande evento chiamato capodanno. Mettendo in chiaro che il mio outfit l' ho già scelto sto mettendo tutte le mie energie ed idee nella lista dei cosa mi porto nell' Anno che la M maiuscola ;) e cosa lascio.
Sembra un discorso semplice ma non lo è affatto.

cosa lascio o ho già lasciato:
- i maccarons. Tutti. Famosi, anonimi tutti.
- l'idea di tagliarmi i capelli che proprio quest' anno potrebbero rovinare tutto.
- la mia dipendenza economica.
- il lavoro noioso ma prendo quello interessante e stimolante.
- lascio perdere i blogs che dicono di parlare di tutto ma poi parlano solo di una cosa: Maccarons!!! ahaha
- (Spero)la mia macchina fotografica alla volta di qualcosa di più potente.
- alcuni abiti che sono stati assaggiati da Liquirizia. Mannaggia.
- i formaggi francesi alla Francia. Chi è stato in casa mia dopo Parigi potrà capire.
- la bilancia, tanto non la uso mai.
- lascio anzi abbandono l' idea della vasca idromassaggio in questa casa. Mi accontento di averla dai miei.
- abbandono l' idea di una cucina degna di Chef in questa casa.
- lascio questa casa nel 2010.. e torno a vivere dai miei.. ahaha


cosa mi porto
- il mio abito Valentino rosso. Per chi non sa dell' esistenza di questo capo nella mia cabina armadio vada a leggere i post vecchi.
- il mio trench nero Burberry nuovo. LoVe.
- gli abiti/accessori pensati, disegnati e realizzati da Mam & Pap spa.
- scarpe/stivali/zoccoli/sandali di Fendi. Non posso più fare a meno di Lei.
- gli abiti vintage.
- il mio cofanetto "Sex & city" completo in edizione limitata che con i due dvd dei film stanno diventando una guida fai da te al matrimonio.
- i film di moda (Valentino the last emperor, The settember issue) sono solo gli ultimi due arrivati.
- i film con Fred Astaire. In abbinato con le mie scarpe con claquettes.
- i nostri libri di cucina (tutti) e quelli di Dita Von Teese. I primi mi tornano sempre utili i secondi pure.
- i due libri di Clio Che devo ancora sperimentare.
- i libri che parlano di matrimonio. Almeno fino a Settembre.
- tutti gli smalti. Inseparabili.
- le mie adorate piume di fagiano. Torneranno utili me lo sento.
- le meringhe di Mamma e i biscotti.
- la cannella e le spezie. Ho scoperto cose interessantissime approposito delle spezie.
- il tartufo che fino a poco tempo fa non sopportavo. Forse era meglio così..
- la mia idea porta albero di Natale sottosopra che diventerà utile tra un po'.
- le sedie Kartell pezzo di design che dà un senso alla casa.
- il mio blog che giorno dopo giorno cresce sempre di più. (Grazie)
- tutte le damigelle e le testimoni, vi voglio bene.

Se la lista dei "porto" è più lunga di quella dei "lascio" allora vuol dire che devo cambiare di poco nell' anno nuovo. Cambieranno poche cose ma sostanziose.


Ora vorrei pensare a 3 "mai più con" e "mai più senza" per l' anno 2011.

mai più senza:
- Zucchero filato pronto a ogni ora del giorno e della notte.
- I Phone. Ormai come potremmo vivere senza?
- Macchina fotografica e bigliettini da visita al seguito.

mai più con:
- microfoni per il karaoke rotti. (vero donne?!?)
- idee e ricette incompiute.
- il broncio :)


Devo fare una piccola nota. Non ho mai tenuto conto di oroscopo o cose del genere ma nell' oroscopo cinese l' anno 2011 corrisponde all' anno del coniglio.
Questo è un segno.

Voi avete più cose da portare o da lasciare? Lasciate un commento..