martedì 7 dicembre 2010

Antica Osteria del Ponte

Fino all'ultimo è stato un segreto ben custodito il nome del ristorante prescelto per il pranzo "aziendale". Quasi tutto lo staff & co del "Il Liberty" non sapeva e non aveva indizzi. Doveva essere una sorpresa.
Ero già stata nei dintorni del ristorante per incontrare due amici che lavorano lì ma mai per assaporare la cucina di Santin.


Arrivati non siamo entrati dall' entrata del ristorante bensì dal retro passando con noscialans dalla cucina incontrando subito lo Chef.
Ci accomodiamo al nostro tavolo accompagnati dal maitre che subito ci spiega in modo molto dettagliato e direi anche ammaliante il menù.

Servita l' acqua e il vino scelto arriva in tavola il pane fatto in casa: liscio, con olive e con zucchine e cipolle.
Avrei potuto pranzare anche solo con questo ma ci aspettava un menù degustazione molto ricco e appetitoso.

Si inizia con uno stuzzichino servito in bicchierino da mangiare al cucchiaio con una muosse di mela con panna al prosciutto salata e nocciole sbriciolate. A seguire Brandade di stoccafisso e salsa di peperoni rossi speziati. Lo stoccafisso viene cotto in 50% di latte e 50% di olio a bassa temperatura poi amalgamato con patate e aglio dolce. Crème caramel di foie gras all' aceto balsamico tradizionale di Modena.Risotto mantecato alla zucca, crema di Gorgonzola di Abbiategrasso e granella di semi di cacao tostati.Io non amo la zucca così mi è stato consigliato dal maitre di assaggiare:
Tortelli di pasta fresca ripieni ai carciofi con cremoso al Parmigiano.Tra i secondi a scelta io ho preferito:
Merluzzo bianco di Norvegia detto Skey delle isole Lofoten. Servito con una salsa a base di soya che cercherò di farmi spiegare prossimamente da che l' ha preparato.
Mentre gli altri hanno assaggiato:
Cappello da prete di manzo Wagyu, marinato e cotto a lungo, salsa di mela.


Il pranzo è stato molto gradevole, siamo stati serviti in modo impeccabile e abbiamo mangiato davvero bene. Ovviamente il pranzo comprendeva anche i dolci ma non voglio fare un post troppo lungo così domani, alla stessa ora, continuerò parlando solo di dolci.

Di seguito una fotografia del paesaggio circondante. Incantevole.


A domani.