giovedì 17 febbraio 2011

Bit e fuori Bit


La Bit è la borsa internazionale del turismo che ospita i principali tour operator, compagnie aeree e di navigazione, stand di Paesi stranieri e delle regioni d'Italia. E poi concorsi, incontri, workshop. Un appuntamento annuale molto atteso da operatori professionali e dal pubblico dei viaggiatori per conoscere in anteprima tutto il panorama delle destinazioni turistiche di tutto il mondo. Da oggi fino a domenica 20 Febbraio il mondo entra in città.
La novità di quest' anno è il fuori Bit, che ci ricorda un po' il fuori salone del mobile, che invade la città di Milano con mille iniziative, aperture straordinarie ed eventi. Milano diventa Mondo. Ecco che alla Rotonda di via Besana la Svezia propone la ricostruzione della Foresta di Sleipnir; sapori di Francia in mostra alla Pinacoteca Ambrosiana; l'Olanda presenta il suo design alla Triennale; dal Castello al Duomo, il Sudafrica lancia un «Safary by Night» proiettando immagini di elefanti, leoni, rinoceronti, leopardi e bufali; Russia, Grecia, Argentina e Portogallo danno vita a «Brera In Night» con negozi aperti fino a notte, mostre e performances; suoni dalla Croazia e dalla Slovenia all'Isola; e ancora il Museo del '900, Palazzo Morando e il Castello Sforzesco restano aperti fino alle 23.

Ma non è tutto.
Venerdì 18, domani, a partire dalle 20 fino alle 23, sei ristoranti meneghini aprono le porte dei loro ristoranti per un interessante iniziativa chiamata Stop,Taste&Go.
Ogni ristorante ospita una nazione e propone gratuitamente degli assaggi di piatti rivisitati in chiave global-local. In poche parole nei classici piatti vengono inseriti elementi che richiamano le nazioni ospiti.
Innocenti Evasioni ospita di Thailandia, il Liberty la Scozia, la maniera di Carlo il Marocco, la Pesa il Giappone, Bianca la Francia e il Brando la Grecia.
Posso darvi qualche anticipazione sul menù ma aspetto domani, se impegni lavorativi lo permettono, per documentare i dettagli della serata.

Comunque gli Chef Tommaso Arrigoni ed Eros Picco di Innocenti Evasioni presentano il carpaccio di Chianina marinato con insalata di mele verdi, carciofi e citronette al miele speziato con cardamomo, ginepro, coriandolo, pepe e chiodi di garofano.
Giorgio Cascinelli del Brando cucina feta greca alla milanese (impanata e fritta), mondeghili e souvlaki di zampone con salsa tzatziki. Lorenzo Santi de La maniera di Carlo rivisita cous cous in chiave ambrosiana; Infine Andrea Provenzani propone il risotto tra passato, presente e futuro: classico risotto al profumo di Whishy, sfera di riso croccante e raviolo ripieno di crema di riso alla zafferano e ristretto di ossobuco al Whisky. Sembra complicato ma non lo è.

Ci vediamo domani in giro.